Breaking News

Il potere della scrittura

potere della scrittura

di Antonella Salvatore

Nell’era della tecnologia, del coprifuoco e dell’isolamento da pandemia, uno strumento molto efficace per combattere l’ansia, ma anche gli stati di tristezza, è dato dalla scrittura. Ebbene si, il vecchio caro diario. Quello in cui da adolescenti amavano annotare le cose che ci succedevano e scrivere, e descrivere, come ci sentivamo.

La terapia della scrittura

Gli psicoterapeuti ne parlano spesso, la scrittura può alleviare le pene, aiutare gli individui a sentirsi meno soli e a superare un trauma. Si parla proprio di writing therapy, terapia della scrittura. Uno dei pionieri è il Prof. James William Pennebaker. In uno dei suoi esperimenti lo studioso divise in gruppi i suoi studenti, facendo raccontare il trauma avuto e, ad alcuni, anche le emozioni provate. Coloro che avevano scritto come si erano sentiti e raccontato dei propri stati d’animo iniziarono a mostrare minori disturbi mentali, a ridurre gli appuntamenti con lo psicoterapeuta.

Scrivere per sentirsi meglio

Il potere della scrittura allora, è innanzitutto quello di aiutarci a tirare fuori le emozioni, gli stati d’animo e le paure. Riuscire a scrivere permette di rallentare gli effetti della depressione e di ridurre gli stati d’ansia. Raccontare in un diario quello che proviamo e come ci sentiamo aiuta il sistema immunitario e alleggerisce lo stress che proviamo.  Ma la scrittura può essere uno strumento utile per tutti nella vita quotidiana. Pare addirittura che tenere un diario in cui annotare quello che accade ogni giorno sia tipico delle persone realizzate e di successo. Scrivere aiuta infatti a tenere in ordine i pensieri, a capire meglio problemi e priorità, così come a diventare più consci di noi. Il potere della scrittura allora, sta anche nella costruzione della self-awareness.

Sonni più tranquilli

Inoltre, se la pandemia non ci fa fare sonni tranquilli allora scrivere fa proprio al caso nostro. Infatti, tenere un diario e scrivere prima di dormire aiuta a prendere sonno, e allenta la tensione. La scrittura aiuta a tirare fuori le paure che altrimenti resterebbero sospese nel nostro inconscio e che poi tornerebbero durante la notte. Infine, scrivere fa compagnia. In un momento di grande isolamento e scarsa vita sociale, come quello che stiamo vivendo, non esiste compagnia più sicura di un diario.

Prendiamo carta e penna

Se allora siamo convinti del potere della scrittura ricordiamoci di ricavare un momento della giornata in cui scrivere e un angolo della casa in cui nessuno potrà disturbarci. E fatto questo, prendiamo carta e penna. No, non un computer. Per poter godere appieno degli effetti benefici della scrittura servono lentezza, silenzio e il ritmo della nostra mano che impugna la penna e scrive sul foglio.

Foto di Aaron Burden su Unsplash

OCL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: