Breaking News

Un caffè con la prof.

LinkedIn

Rubrica di orientamento al lavoro di Antonella Salvatore

Il profilo LinkedIn può essere un ottimo strumento di networking e di ricerca del lavoro. Tuttavia, è fondamentale curarlo e mantenerlo aggiornato. Non ha alcun senso avere questo profilo senza contatti e senza seguire quello che accade nel mercato occupazionale.

Parole chiave e riassunto per emergere su LinkedIn

Cominciamo dal titolo, che si trova solitamente sotto la foto. In quello spazio è importante avere parole chiave e non termini generici; questo per permettere a chi ricerca di identificarci più facilmente e rapidamente. Dire semplicemente “studente della università XY” serve a poco. Ma se dicessi “studente di digital marketing” cambierebbe completamente in quanto inserirei due parole chiave importanti e che connotano uno specifico campo di studio. Allo stesso modo, per chi ha esperienza può avere senso usare le parole “direttore”, piuttosto che “manager” unitamente all’area di competenza. Ad esempio “Operations manager”, oppure “manager processi e sistemi”. In pratica, sto dicendo che il nostro titolo è quello che, prima di ogni altra cosa, ci permette di essere visibili e di farci notare dai recruiter o comunque dal nostro network. Questo vale anche per i giovanissimi. Il secondo aspetto, tanto importante quanto il primo, è quello relativo al sommario. In questa sezione di LinkedIn raccontiamo brevemente chi siamo, la nostra storia, ciò che ci contraddistingue e ci rende unici.

LinkedIn può essere uno strumento molto importante per essere presenti nel mondo del lavoro, per questo dobbiamo usarlo al meglio.

Foto di inlytics su Unsplash

OCL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: