Breaking News

Imparare la consapevolezza

Imparare consapevolezza

di Silvia De Angeli

La consapevolezza è l’ingrediente primario per lo sviluppo personale e per qualsiasi cambiamento. In una società in continua trasformazione è essenziale comprendere la realtà nella sua complessità. Viviamo una vita tanto frenetica che spesso ci dimentichiamo di guardare al presente, rimuginando sul passato e vaneggiando sul futuro. 

La comprensione del contesto

Essere consapevoli, nella vita privata come in quella lavorativa, vuol dire avere l’abilità di prendere decisioni ponderate, razionali e sicure. A prescindere dalle situazioni, vivere con consapevolezza ci permette di mantenere uno stato emotivo positivo, a vantaggio nostro e di chi ci sta accanto. Ciò che accade fuori ci fa comprendere meglio cosa succede in noi, cosa accende le nostre emozioni e i nostri comportamenti e quali sono i nostri processi mentali. Non possiamo prescindere dal contesto. Comprendere la realtà dei fatti ci aiuta ad eliminare alcune cattive convinzioni, rafforzandone di altre, e ci permette di mettere a fuoco le cose effettivamente rilevanti, evitando di ricadere in inutili distrazioni o preoccupazioni. Se non si ha coscienza di come gira il mondo, si segue la massa e non si assumono responsabilità. In poche parole, non si ha completo dominio sulla propria mente, non si pensa lucidamente e non si prendono decisioni sicure. Avere consapevolezza di cos’è la realtà, dunque, ha ripercussioni evidenti anche sulla nostra personalità. Ci permette di riconoscere, controllare e cambiare le nostre emozioni. Ci fa essere chiari, con gli altri ma innanzitutto con noi stessi. Ovviamente, quando si comprende la realtà dei fatti, si ha la voglia e il coraggio di cambiarla. 

La consapevolezza si può imparare?

La risposta è sì, ma con molto esercizio e tanta determinazione. Il cammino verso una piena consapevolezza della realtà parte da dentro, da una completa conoscenza di sé. Successivamente si guarda in faccia alla realtà, ricercando la verità dei fatti. Uscire dalla propria comfort zone richiede coraggio, ma è proprio l’agire coraggiosamente che aumenta in noi la consapevolezza. Affrontare la realtà, invece che nascondersi davanti a questa, ci fa affrontare le paure e trasforma i problemi in opportunità.  Conoscere a fondo se stessi è la chiave per avventurarsi all’esterno. E per conoscersi bisogna ascoltarsi, mettersi alla prova, porsi domande. Serve confrontarsi con persone portatrici di punti di vista differenti, con ideologie e percezioni diverse. Un esercizio consigliato per imparare a indirizzare la propria mente e accrescere la consapevolezza, è la meditazione. Inoltre, è fondamentale fare attività fisica e avere un’alimentazione sana, perché è attraverso il nostro corpo che viviamo le nostre esperienze. 

Perché diventare più consapevoli?

Essere consapevoli è sempre vantaggioso. Significa avere maggiore capacità di percezione. Capire di cosa abbiamo bisogno migliora la nostra salute. Prendere coscienza delle nostre debolezze ci porta a processi di miglioramento e di crescita. Essere in grado di comprendere la realtà ci fa essere più felici. Avere coscienza di quello che accade attorno a noi ci consente instaurare relazioni durature e soddisfacenti.  Al lavoro avere fermezza mentale e una maggiore sicurezza ci fa essere più competitivi e produttivi. Quando capiamo che tutte le nostre azioni hanno sempre una conseguenza nella realtà, allora comprendiamo l’importanza di educare i bambini ad essere consapevoli. La consapevolezza, inoltre, è strettamente connessa alla responsabilità, al saper rispondere delle proprie azioni e delle conseguenze che ne derivano.

La consapevolezza ci aiuta ad essere liberi

Sono proprio i bambini a insegnarci ingenuamente a vivere il presente, a essere curiosi e a voler conoscere i perché delle cose. Noi adulti dobbiamo indirizzarli verso un percorso di crescita consapevole, ricco di opportunità di apprendimento, affiancandoli nelle riflessioni più complesse e potenziando la loro creatività. Quando i bambini si rendono conto delle loro capacità, nessuno potrà distruggere i loro sogni. La consapevolezza favorisce l’apprendimento poiché accresce la concentrazione, porta ad un maggiore controllo delle proprie emozioni e del proprio corpo, oltre a migliorare le capacità relazionali. Inoltre, rivolgere l’attenzione al presente riduce stress e ansia, accresce il senso di equilibro e di benessere personale. Una maggiore consapevolezza di sé e del mondo può combattere fenomeni quali il cyberbullismo, l’odio, le discriminazioni razziali, la disparità di genere. E può portarci a un concetto nuovo di libertà, intesa come comprensione delle tante e straordinarie differenze che caratterizzano la realtà.   

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

OCL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: