Un caffè con la prof.

Rubrica di orientamento al lavoro di Antonella Salvatore

Cerco un lavoro

La gran parte dei candidati, e delle persone che mi contattano via social, mi dice di volere un lavoro o di volerlo cambiare. Ma solo una piccolissima percentuale mi sa dire esattamente cosa sta cercando, che tipologia di occupazione vorrebbe, in che ambito o settore.

Chi sono, cosa so fare, cosa mi piace

Definiamo le nostre competenze, tecniche e non. Cosa abbiamo studiato, che esperienza abbiamo maturato, se, e come, intendiamo utilizzarla in una nuova organizzazione. Ma chiariamo anche i nostri limiti così come i nostri punti di forza: in che cosa siamo bravi? Cos’è che andiamo a proporre al mercato del lavoro? Oppure ancora, in che tipo di ambiente vorrei lavorare? Preferisco le aziende grandi solo perché mi danno maggiore affidabilità oppure sono realmente interessato ad essere parte di un solido gruppo societario, tenendo a mente che avrei minore autonomia e possibilità di iniziativa? Al contrario, sono una persona creativa con caratteristiche imprenditoriali e preferisco un contesto da piccola azienda o start-up? Infine, non meno rilevante: ragioniamo sui nostri interessi e sulle nostre passioni, potremmo scoprire opportunità inaspettate.

La ricerca del lavoro è come una corsa: dobbiamo sapere in che direzione correre, quanto è lontana la meta e se siamo preparati per raggiungerla.

Foto di Ashley Knedler su Unsplash

OCL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: