Capire la cultura aziendale

Cultura aziendale

di Antonella Salvatore

“The way we do things here”

La gran parte delle persone si candida per una posizione di lavoro dopo aver letto la job description. Altri scelgono il nome dell’azienda o il marchio per cui vorrebbero lavorare, tenendo conto delle dimensioni dell’organizzazione o della popolarità del brand. Ma quello che realmente serve conoscere è innanzitutto la cultura dell’organizzazione. Quanti sanno come scegliere l’ambiente di lavoro giusto per loro? Chi è realmente in grado di capire la cultura aziendale più adatta al proprio modo di essere e alla propria personalità? Intanto cominciamo con il definire la cultura aziendale. “The way we do things here” ossia “il modo in cui si fanno le cose qui” rappresenta la definizione più comune di cultura di un luogo di lavoro. Quindi, in che modo vorreste si facessero le cose nell’azienda in cui lavorate?

Capire la cultura aziendale al colloquio

In quali modi riuscite a comprendere la cultura di un’azienda? Quando siete a colloquio osservate il luogo nel quale vi trovate. La tipologia di arredo, i colori usati così come la scelta dei materiali dicono molto dell’azienda, del suo management o di chi l’ha fondata. Ma soprattutto la cultura organizzativa si capisce dalle persone, dal modo in cui si comportano e da come interagiscono. Cercate di percepire in che modo le persone lavorano, l’uso del tu piuttosto che del lei, il modo di vestire dei lavoratori, l’utilizzo della tecnologia, se hanno cura o no del luogo in cui si trovano, se l’atmosfera è informale oppure no. Per comprendere una cultura organizzativa imparate a leggere tra le righe e analizzate i comportamenti delle persone. Cercate di intuire se vi sono “segnali” di una cultura problematica. Si tratta di un ambiente amichevole e in cui percepite gentilezza? Notate tensione tra le persone? Avvertite la presenza di un’autorità o di una cultura accentratrice oppure, viceversa, vi sembra un luogo di lavoro dove tutti possono lavorare in armonia? Fate attenzione alla professionalità del personale, all’efficienza, ai modi e ai tempi di risposta anche di chi lavora alla centralino. I lavoratori riflettono sempre la cultura di chi sta in alto.

Amare un lavoro è amare la cultura aziendale

Al tempo stesso, per capire la cultura aziendale potete anche vedere cosa accade sui profili social dell’azienda, di cosa si parla o non si parla, e in che modo. La vita virtuale dell’organizzazione è tanto importante quanto quella reale. Il sito web di un’organizzazione ci racconta chi è l’azienda, quali sono i suoi valori e qual è la cultura di chi l’ha fondata o di chi la gestisce. Comprendere e scegliere la cultura di un’azienda è fondamentale per la propria serenità e per la propria crescita professionale. Un ambiente di lavoro sano, sereno, in cui viene data la possibilità di esprimersi e a cui ci si sente legati risulta molto più importante di una retribuzione alta. Ricordate che spesso ciò che vi fa amare un lavoro, e che vi induce a restare, è proprio la cultura organizzativa.

Foto di rawpixel da Pixabay

OCL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: